home lombardiapress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CRONACA E ATTUALITÀ
POLITICA LOCALE
Precedente  Successivo
 
11/06/2015Ufficio Stampa PZ
 
 
NO ALLE CONTROMANIFESTAZIONI CHE METTONO A FERRO E FUOCO QUARTIERI E CITTÀ, COME MILANO ALLA VIGILIA DI EXPO
 
Scatta una petizione per fermare i cortei illeciti, pericolosi e antidemocratici
 
Al bando le contromanifestazioni irregolari che danneggiano i cortei di protesta e le manifestazioni autorizzate dalla Questura. O addirittura finiscono per violentare interi quartieri, così come è accaduto a Milano alla vigilia dell'EXPO per mano delle frange estremiste dei Black Bloc.
È quanto viene reclamato dalla petizione su CitizenGo (http://www.citizengo.org/it/signit/23095/view) che, promossa da Angelo Mandelli, un giovane come tanti molto attivo nel volontariato sociale, recita: «Quando alcuni gruppi o associazioni pretendono di esercitare il loro diritto costituzionale a esprimere pubblicamente le loro idee, altri gruppi contrapposti organizzano adunanze nello stesso luogo e nello stesso tempo, col chiaro intento di impedire, sabotare e disturbare le manifestazioni altrui. I manifestanti si trovano pertanto di fronte, a pochi metri di distanza, personaggi che nel migliore dei casi lanciano urla, invettive, provocazioni di ogni genere. Talvolta però possono diventare anche insulti, minacce e tentativi di aggressione, mettendo a rischio l'incolumità stessa non solo dei cortei ma anche dell'ambito territoriale in cui vanno in scena. I manifestanti si trovano allora costretti ad essere protetti dalle autorità pubbliche».
In questo senso, è intervenuto anche Lorenzo Annoni, del partito CDU (sezione Milano): «È ipocrita affermare che le contromanifestazioni non inibiscono il diritto a manifestare di coloro che vengono attaccati. Perché quest'ultimo, per essere correttamente esercitato, dovrebbe compiersi in regime di sicurezza e senza subire disturbi, molestie, intimidazioni e provocazioni di alcun genere. La democrazia è un bene molto delicato e richiede un clima favorevole. Basta poco per distruggerla. Tanto più sono distruttivi della democrazia i metodi dei “contromanifestanti” di professione. Infatti - continua Lorenzo Annoni - basta pensare che le contromanifestazioni hanno anche l'effetto implicito di costituire un pesante deterrente per la partecipazione democratica. Molte persone, benché intenzionate a scendere in piazza per sostenere le loro idee, non sono disposte a imbattersi in un clima di ostilità e di pericolo. O anche solo a esporsi al rischio di insulti e provocazioni».
«Quindi appare più che logica - conclude Lorenzo Annoni - la richiesta che a questi contromanifestanti, che in alcune occasioni si macchiano di crimini efferati, non debba essere concessa alcuna attenuante. Serve un intervento deciso che risolva il problema alla radice. Affinché tutti i cittadini vengano protetti e garantiti nel loro basilare diritto costituzionale, a manifestare le loro idee in un clima di serenità e sicurezza.

CDU Milano Città
E-mail: cdumilano@yahoo.it
Cellulare: 3281833794
 

Allegato 1

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



EVENTI


agenda eventi

06
dicembre
tasto
tasto
karon

img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province della Lombardia
   

Cerca le biblioteche della Lombardia
   

LombardiaPress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine della Lombardia
   

MEDIA PARTNER

C6tv Ciao Como
Bergamo7 Mantova TV
Radio Orizzonti Radio Millenium
Lodi Notizie Sette Giorni

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login