home lombardiapress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
SCUOLA Precedente  Successivo
 
02/10/2015Editor_90
 
 
IL RITORNO DELLE SCUOLE: TENERE I BAMBINI LONTANI DALLE TARME DEL CIBO
 
 
Le scuole sono cominciate e nasce la necessità di preparare ai propri figli merende sempre fresche e sane. Non di rado però, nelle cucine, sono presenti alcuni ospiti sgraditi chi annidano nella dispensa e rovinano i cibi rendendoli pericolosi soprattutto per i più piccoli. Stiamo parlando della tignola fasciata, conosciuta anche come tarma del cibo. Questi piccoli animaletti trovano il loro abitat ideale tra i pacchi di pasta, farina, legumi e cereali. Nasce quindi la necessità di mettere in atto alcune strategie e rimedi per proteggere gli alimenti ed evitare che questi "ospiti" si moltiplichino.

Su internet, grazie a numerosi siti come DonnaD.it, si trovano ottimi consigli per combattere le tarme del cibo in modo efficace e duraturo. Iniziamo con il dire che le tarme sono simili a piccole farfalle di colore marrone, da piccole invece sono di colore bianco e per questo è davvero facile riconoscerle. Una volta grandi, cominciano a svolazzare non appena si apre un mobile o la dispensa e per questo è probabile che abbiano già bucato le confezioni degli alimenti presenti. Nel caso si trovino dei pacchetti di pasta o di farina bucati, con larve all'interno, bisogna buttare il tutto immediatamente per evitare che crescano e aumentino di numero.

Come abbiamo detto, è facile trovare le tarme del cibo nella cucina e ovunque si tenga del cibo confezionato secco. Sono incluse quindi anche frutta secca, dolciumi e persino il mangiare secco dei cani, gatti, conigli, uccelli ecc. Per eliminarli e prevenire una nuova infestazione non si devono per forza usare metodi aggressivi e tossici, ma bastano alcuni rimedi fai da te molto efficaci. Basta procurarsi dell'acqua calda e del sapone, degli oli essenziali dall'odore forte, dell'aceto e alcune foglioline di alloro. E' bene munirsi anche di vari panni per la pulizia, aspirapolvere e fare una bella scorta di contenitori con chiusura ermetica per proteggere gli alimenti.

Se si sospetta la presenza di tarme del cibo è bene in ogni caso pulire accuratamente tutti i mobili utilizzando l'acqua calda e sapone. Se necessario, passare anche l'aspirapolvere avendo l'accortezza di buttare anche il sacchetto che potrebbe aver aspirato le uova o le larve.

Una volta terminata la pulizia di base bisogna far asciugare bene e passare un panno con aceto bianco in modo da tenere lontano eventuali animaletti. A questo si può versare qualche goccia di olio di citronella, menta oppure eucalipto. Gli odori intensi tengono lontani questi e altri animali. E' bene conservare tutti i cibi, dopo un'accurata ispezione, in contenitori di vetro o plastica ermetici in modo da proteggerli dall'attacco di ospiti indesiderati. A volte, anche quando si acquistano dei cibi secchi al supermercato (succede spesso con gli alimenti che vengono venduti sfusi), può capitare di trovarci all'interno degli animaletti. Anche se non si vedono, è probabile che siano presenti delle uova o delle piccole larve. In ogni caso è bene chiudere gli alimenti acquistati in un sacchetto di plastica resistente e lasciarli per 7-8 giorni in congelatore. In questo modo non si moltiplicheranno e non infesteranno la dispensa.

Vediamo adesso qualche altro rimedio naturale per allontanare le tarme del cibo dagli alimenti. Si è notato che l'olio di cedro è un ottimo rimedio contro questo problema. Basta metterlo su un pezzo di carta o un batuffolo di ovatta e lasciare quest'ultimo nei cassetti e mobili. Volendo si può preparare anche in casa con vodka (10 ml), acqua (5ml) e olio di cedro (10ml).

La cannella, oltre ad essere una deliziosa spezia molto utilizzata in cucina, può essere un ottimo anti-tarme. Basta mettere qualche stecca o un po' di polvere di cannella in un sacchetto e lasciarlo nei mobili di tutta la casa. Volendo si possono unire anche dei chiodi di garofano e delle foglioline secche di alloro.

Un altro ingrediente per preparare dei sacchettini da tenere in casa è l'olio essenziale di patchouli. Questo, oltre ad essere un'ottima alternativa alla classica lavanda, è molto piacevole anche all'olfatto e dona un odore particolare all'ambiente.

Per un odore ancora più piacevole e per realizzare un anti-tarme naturale, si possono utilizzare anche le bucce di limone e arance essiccate. In estate basta metterle al sole e in inverno lasciarle sui termosifoni accesi. In poco tempo queste si seccheranno e si possono tagliare a piccoli pezzi prima di riporli in un sacchettino.
 


ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

01
aprile
tasto
tasto
karon

img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province della Lombardia
   

Cerca le biblioteche della Lombardia
   

LombardiaPress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine della Lombardia
   

MEDIA PARTNER

C6tv Ciao Como
Bergamo7 Mantova TV
Radio Orizzonti Radio Millenium
Lodi Notizie Sette Giorni

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login