home lombardiapress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CONSIGLIO COMUNALE Precedente  Successivo
 
06/09/2010Comune di Cremona
 
Seduta del 6 settembre 2010 ore 16.30
 
CONSIGLIO COMUNALE
 
Interrogazione presentata in data 16 agosto 2010 dal capogruppo del gruppo consiliare UDC Angelo Zanibelli in ordine alle notizie apparse sulla stampa locale relative all'eventuale acquisto di Palazzo Fodri da parte della Fondazione Città di Cremona.
 
Premesso che: la stampa in data 12 agosto ha anticipato la notizia secondo la quale la Fondazione Città di Cremona stava valutando la possibilità di acquistare Palazzo Fodri; allo scopo la Fondazione avrebbe costituito una propria società a responsabilità limitata al fine di poter operare sul mercato beneficiando di vantaggi fiscali; il sindaco ha giustamente richiesto delucidazioni alla Fondazione sulla fondatezza di quanto da lui stesso appreso dalla stampa, lamentando la mancata informazione preventiva; il presidente della Fondazione ha risposto scusandosi, ma giustificando maldestramente la mancata informazione al fatto che trattatasi di una ipotesi di lavoro non ancora discussa e valutata; il progetto si è rivelato non proprio allo stato embrionale, come si evince da dichiarazioni di un consigliere, ma soprattutto dalla presa di posizione di una cordata di imprenditori in trattativa per l'acquisto del complesso che minacciano la denuncia della società incaricata della vendita per mancato rispetto degli accordi pre contrattuali, a seguito dell'intenzione di acquisto formulata dalla Fondazione Città di Cremona. Premesso inoltre che: la Fondazione ha nei suoi scopi statutari la gestione del patrimonio derivante da lasciti e la promozione di progetti e investimenti i cui utili servano ai fini istituzionali della Fondazione e allo scopo può essere legittimo che si doti di una società controllata; il CdA della Fondazione è nominato dal sindaco e dal sindaco gli viene delegata la gestione della Fondazione, ma permangono in capo al sindaco ed al Consiglio comunale la responsabilità di indirizzo e di controllo; la decisione di operare sul mercato immobiliare appare quantomeno dubbia e pone legittimi interrogativi sulla opportunità di esporre a rischio un patrimonio pubblico, per di più oggetto di lasciti e donazioni, con operazioni speculative di incerto esito. Si chiede al sindaco e all'assessore al Bilancio: se risponde al vero che un'operazione di tale portata ad opera della Fondazione non era mai stata anticipata anche informalmente al sindaco e alla Giunta; se il sindaco ritiene sufficienti le giustificazioni addotte sulla mancata informativa da parte del presidente della Fondazione; se il sindaco e assessore considerano congrua con gli scopi della Fondazione la costituzione di una società destinata ad operare sul mercato immobiliare; quale sia l'assetto di tale società e quali siano le garanzie di indirizzo e di controllo, e se non si ravvisino condizioni di conflitto di interesse se, a quanto si apprende dalla stampa, amministratore unico è lo stesso segretario generale della Fondazione; se l'acquisto di un immobile come quello in oggetto con tutti i rischi connessi alla speculazione immobiliare è ritenuto congruo con le finalità istituzionali della Fondazione. Si chiede infine al Sindaco di convocare in Consiglio comunale il presidente della Fondazione per illustrare gli obiettivi strategici ed operativi della fondazione consentendo al Consiglio di svolgere il proprio ruolo di indirizzo e controllo; di diffidare il consiglio di 'amministrazione della Fondazione dal proseguire nel dare corso a trattative vincolanti finalizzate all'acquisto di Palazzo Fodri come qualsivoglia altre operazioni immobiliari speculative fin tanto non vi sia una approvazione da parte del Consiglio comunale del piano di sviluppo della Fondazione; di farsi promotore di un dibattito all'interno del Consiglio comunale sul ruolo delle società partecipate in particolare per quanto attiene alla loro autonomia operativa ed imprenditoriale.
Interrogazione presentata in data 26 agosto 2010 da consiglieri comunali vari del gruppo consiliare Partito Democratico (primo firmatario Alessia Manfredini) in merito al progetto del parcheggio di via Villa Glori.
Premesso che il parcheggio di via Villa Glori è situato in una posizione strategica a ridosso del centro cittadino, vicino alla zona più frequentata del centro storico; considerato che il potenziamento di quest'area è sempre stata oggetto di discussione, l'immobile è di proprietà dell'Agenzia del Demanio, è attualmente in vigore una convenzione tra la proprietà e l'attuale gestore in scadenza nel 2011; rilevato che sul quotidiano “La Provincia” del 25 agosto si legge che il Comune ha incaricato AEM di effettuare dei carotaggi sul sito dell'ipotizzato parcheggio per verificare la compattezza del terreno; visto che la proprietà avrebbe chiesto al Comune di poter valorizzare l'ex caserma Lamarmora; il Consiglio interroga il Sindaco e la Giunta per sapere: quali rapporti sono intercorsi tra il Comune, la proprietà e l'attuale gestore; se non intende informare la commissione preposta in merito all'esito dei carotaggi, all'eventuale progetto sul parcheggio di via Villa Glori ed alla sua integrazione con la viabilità circostante.
Ordine del giorno presentato in data 12 luglio 2010 da consiglieri comunali vari del gruppo consiliare Partito Democratico (primo firmatario Maura Ruggeri) in merito alle conseguenze delle disposizioni della manovra finanziaria sulle persone con disabilità.
Premesso che la grande manifestazione del 7 luglio a Roma ha portato all'attenzione dell'opinione pubblica le gravissime conseguenze, sulla vita dei disabili e delle persone non autosufficienti, delle disposizioni contenute nella manovra governativa che andavano ad innalzare la percentuale di invalidità per ottenere l'assegno relativo e a rendere ulteriormente restrittive le condizioni di non autosufficienza per poter richiedere l'indennità di accompagnamento; l'impegno unitario delle associazioni dei disabili, la convinta adesione di tante forze sociali e politiche e la riuscita della mobilitazione, pare abbiano sortito gli effetti auspicati e condotto il Governo a rivedere le proprie posizioni ed a cancellare dalla manovra finanziaria i provvedimenti che risultavano fortemente lesivi dei diritti delle persone con disabilità; il risultato ottenuto non è sufficiente a garantire adeguati livelli di assistenza e di qualità della vita alle persone con disabilità poiché i tagli previsti dalla manovra finanziaria che si caricano principalmente su Regioni e Comuni avranno come conseguenza una riduzione della spesa sociale in capo alle regioni ed agli Enti locali con grave rischio per la quantità e qualità dei servizi erogati. Tutto ciò premesso il Consiglio comunale ritiene, in accordo con quanto sostenuto dalle rappresentanze delle Regioni e degli Enti locali, sia profondamente da rivedere una manovra finanziaria che si muove in senso antifederalista e che comporta un drastico ridimensionamento del fondo sociale nazionale e nessun finanziamento per il 2011 del fondo per la non autosufficienza; considera un obiettivo prioritario l'inclusione sociale delle persone con disabilità, secondo quanto previsto dalla stessa convenzione ONU sui diritti dei disabili a cui l'Italia ha aderito; impegna la Giunta ad operare scelte che assicurino il mantenimento del livello quantitativo e qualitativo delle prestazioni e dei servizi destinati alle persone disabili ed agli anziani non autosufficienti; s'impegna a garantire attraverso la ridefinizione unitaria dei criteri di accesso al sistema dei servizi tutte le condizioni utili per migliorare l'agibilità e la conoscenza dell'offerta sociale locale ai cittadini disabili e non autosufficienti ed alle loro famiglie; s'impegna a coinvolgere costantemente le associazioni dei disabili e degli anziani nelle scelte che riguardano il sistema integrato dell'offerta locale dei servizi e degli interventi a livello cittadino e distrettuale.
Relazione al Consiglio Comunale, ai sensi dell'art. 16 del regolamento per l'esercizio delle funzioni del Difensore Civico, per l'attività svolta dal Difensore Civico nel periodo settembre 2009 - marzo 2010.
Nuovo casello di Castelvetro raccordo autostradale con la S.S. 10 “Padana Inferiore” e completamento della bretella autostradale tra la S.S. 10 “Padana Inferiore” e la S.S. 234. Procedura per il perfezionamento dell'intesa Stato - Regioni necessario per la localizzazione dell'opera ed ai fini dell'apposizione del vincolo preordinato all'esproprio. Espressione del parere di competenza al progetto definitivo.
Espressione del parere di competenza inerente la compatibilità urbanistica del progetto per la costruzione di un metanodotto denominato “Allacciamento Comune di Gadesco Pieve Delmona” presentato dalla società SNAM Rete Gas S.p.A. e richiesto dalla Provincia di Cremona.
Approvazione delle contro deduzioni alle osservazioni presentate al Programma di Intervento per l'Ambito di Trasformazione A.S. 13.1 “Morbasco sud” del vigente Piano di Governo del Territorio, posto a nord di via 1° Maggio, e definitiva approvazione dello stesso.
Approvazione della contro deduzione all'osservazione presentata al Piano Attuativo a destinazione produttiva relativo all'ambito di trasformazione A.S.1.4 via Riglio/Roncobasso del vigente Piano di Governo del Territorio presentato dalla società PRO.MIS.COS. ed approvazione definitiva dello stesso.
Comunicazione del Sindaco in ordine alla conferma dell'affidamento, ai sensi dell'art. 12 - comma 7 - dello Statuto, al consigliere comunale Marcello Ventura di compiti specifici, aventi distinti termini di esercizio, da qualificarsi quale collaborazione fra il sindaco ed il consigliere stesso.
 

Allegato 1

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

02
dicembre
tasto
tasto
karon

img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province della Lombardia
   

Cerca le biblioteche della Lombardia
   

LombardiaPress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine della Lombardia
   

MEDIA PARTNER

C6tv Ciao Como
Bergamo7 Mantova TV
Radio Orizzonti Radio Millenium
Lodi Notizie Sette Giorni

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login