home lombardiapress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CRONACA E ATTUALITÀ
POLITICA LOCALE
ECONOMIA E LAVORO
Precedente  Successivo
 
19/02/2014Ufficio Stampa PZ
 
 
MATERNITÀ: TUTELA ECONOMICA PER LE DONNE NON LAVORATRICI
 
 


Si informa la cittadinanza che già ora, ai sensi dell'art. 49 della Legge n° 488/99, le c.d. donne non lavoratrici, ossia quelle donne che durante la gravidanza e al momento del parto non hanno in corso alcun tipo di rapporto di lavoro, ad esempio le casalinghe, le disoccupate e le studentesse, hanno diritto ad un assegno di maternità una tantum dell'importo di circa 1.700 euro a carico del proprio Comune di residenza, al quale però lo devono richiedere entro i sei mesi dalla nascita del figlio, altrimenti perdono questo diritto a un pur minimo riconoscimento sociale ed economico della loro maternità.

L'obiettivo politico del CDU è che la tutela economica di maternità, ossia un periodo di maternità retribuito di almeno un anno, sia previsto per tutte le donne in dolce attesa e NON SOLO per quelle che, oltre ad essere incinte, hanno anche un lavoro dipendente a tempo pieno o autonomo al momento della gravidanza, in quanto la tutela economica di maternità NON può essere una appendice del rapporto di lavoro in essere, variabile in relazione alla tipologia contrattuale. Deve esserci infatti il giusto riconoscimento da parte della società per ogni donna che mette al mondo un figlio, il quale necessiterà delle cure da parte della madre durante il suo primo anno di vita, ma che lo stesso un domani contribuirà allo sviluppo dell'intera società.

«In questo momento di dura crisi economica – sostiene l'esponente milanese CDU Lorenzo Annoni –, con il relativo aumento di giovani donne disoccupate e non occupate, è molto importante fare conoscere l'esistenza di questo assegno di maternità, per evitare che alcune, non conoscendone l'esistenza, non lo richiedano al loro Comune di residenza nel previsto termine di sei mesi dalla nascita del figlio e finiscano così con il perdere dei soldi necessari a loro stesse e al loro neonato. Inoltre – prosegue Annoni – questa difficile situazione occupazionale può essere l'occasione propizia per ripensare al trattamento economico e normativo della maternità, al fine di arrivare ad avere una efficace e duratura tutela economica per tutte le donne in dolce attesa».

CDU Milano Città
E-mail: cdumilano@yahoo.it
 


ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

03
dicembre
tasto
tasto
karon

img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province della Lombardia
   

Cerca le biblioteche della Lombardia
   

LombardiaPress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine della Lombardia
   

MEDIA PARTNER

C6tv Ciao Como
Bergamo7 Mantova TV
Radio Orizzonti Radio Millenium
Lodi Notizie Sette Giorni

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login