home lombardiapress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CRONACA E ATTUALITÀ Precedente  Successivo
 
01/10/2014Editor_90
 
E' certo, saranno i comuni a poter regolamentare gli orari di esercizio dei locali che propongono anche sale gioco.
 
NOVITÀ SUGLI ORARI DELLE SALE DA GIOCO: AI COMUNI LA SCELTA
 
Nuove leggi che regolano l'attività dei gestori dei videopoker sono state introdotte nell'ultimo Consiglio di Stato, tenutosi poche settimane fa presso gli uffici del governo, a Roma
 


Nuove leggi che regolano l'attività dei gestori dei videopoker sono state introdotte nell'ultimo Consiglio di Stato, tenutosi poche settimane fa presso gli uffici del governo, a Roma. A seguito del ricorso di un esercente contro l'ordinanza del Comune di Imola che definisce gli orari di attività delle sale da gioco ed anche il funzionamento delle macchine (che, se giocate, promettono vincete di grandi somme di denaro), le quali sono installate negli esercizi specifici, autorizzati e commerciali; è stata diramata una sentenza - contenente varie motivazioni - con la quale si respinge il ricorso in questione.

Nei documenti si legge che, come stabilito dalla sentenza n.3271 del 30 giugno 2014, va riconosciuta alle amministrazioni comunali "la possibilità di esercitare il proprio potere di inibizione delle attività per comprovate esigenze di tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica, oltre che del diritto dei terzi al rispetto della quiete pubblica, in caso di accertata lesione di interessi pubblici quali quelli in tema di sicurezza, libertà, dignità umana, utilità sociale, salute".

Tali motivazioni sono anche confermate da una precedente sentenza della Corte Costituzionale (la numero 220 del 18 Luglio 2014), che "ha mostrato di ritenere plausibile la detta interpretazione giurisprudenziale nel senso che l'art. 50, comma 7, d.lgs. n. 267 del 2000 autorizza i sindaci a disciplinare gli orari delle sale giochi (ed esercizi ove siano installate apparecchiature per il gioco) anche in funzione di contrasto dei fenomeni di c.d. ludopatia".

Queste sentenza è stata decisamente ben accolta dagli Enti Comunali e Regionali, meno (ovviamente) da gestori di bar e sale giochi ove sono installate le macchine: secondo loro, infatti, questa normativa comporterebbe una grave perdita a livello economico per la propria attività. Tuttavia, la sentenza emessa poco tempo fa (che ha respinto in modo radicale l'esposto presentato in procura da uno dei tanti proprietari di videopoker) è stata decisiva per confermare la legge e chiudere ogni tipo di dibattito in merito.

Regolarizzando gli orari di apertura e chiusura degli esercizi ove sono installati i videopoker, ovvero le sale da gioco, sono stati penalizzati (oltre ai commercianti) anche i clienti abituali di certi siti: è sicuramente un bene dal punto di vista psicologico ed economico per loro stessi ma, allo stesso tempo, rappresenta una certa forma di "ingiustizia", che sia accolta o meno da tutti.

Per ovviare a questa situazione, sforando i limiti imposti dallo Stato circa gli orari di apertura di tali esercizi, i giocatori più assidui dei videopoker (la maggior parte di loro sono affetti da una vera e propria malattia, dipendenti dal gioco d'azzardo e dalle stesse slot machines) si sono spostati in massa sul mondo online. In tal senso, grazie all'utilizzo sempre più diffuso di dispositivi mobili come smartphone e tablet, è possibile giocare online ad un'infinità di portali (qui un esempio) che sono dedicati completamente ad ogni tipo di gioco d'azzardo: videopoker, scommesse sportive, roulette ecc.ecc.

Videogiocare online è davvero semplicissimo e, di conseguenza, alla portata di tutti: basta essere maggiorenni (ed il più delle volte è possibile superare anche questo ostacolo con l'aiuto di qualcuno - parente o amico - che abbia almeno 18 anni di età), registrarsi creando un account (profilo di riconoscimento), immettere i propri dati anagrafici (nome, cognome, residenza, età, data di nascita ecc.), inserire i dati relativi ad una qualsiasi carta di credito o bancomat (comprese anche Paypal e PostePay), ricaricare il proprio conto, ed in pochissimi minuti dall'avvenuta registrazione è possibile iniziare a videogiocare con altre persone - provenienti da tutto il mondo - online. Direttamente da casa propria, senza nessun tipo di difficoltà.

E' certo che una soluzione del genere, per i più accaniti giocatori di videopoker, è la migliore che si potesse presentare: non ci si muove da casa, non c'è bisogno di preoccuparsi degli orari che le sale da gioco devono obbligatoriamente rispettare dopo l'emissione della normativa precedentemente trattata e, di conseguenza, si può giocare per quanto tempo si desidera e quando lo si vuole. Insomma, una vera e propria manna dal cielo sia per i giocatori stessi che per i gestori di siti online, sicuramente favori dalle mosse del governo. Una cosa molto importante da tenere in considerazione quando si sceglie un sito dove giocare, è accertarsi che tale sito sia abilitato aams.
Per questo motivo, ultimamente le sale da gioco sono sempre più in crisi e vanno chiudendo una dopo l'altra: i proprietari tendono a vendere l'attività, guadagnando quei soldi che gli possano permettere di aprire e gestire un portale online dedicato interamente al gioco.
 


ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



EVENTI


agenda eventi

17
giugno
tasto
tasto
karon

img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province della Lombardia
   

Cerca le biblioteche della Lombardia
   

LombardiaPress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine della Lombardia
   

MEDIA PARTNER

C6tv Ciao Como
Bergamo7 Mantova TV
Radio Orizzonti Radio Millenium
Lodi Notizie Sette Giorni

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login