home lombardiapress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
POLITICA LOCALE
MEDICINA E SALUTE
Precedente  Successivo
 
10/04/2012Comune di Chiari
 
 
PATTO LOCALE DI SICUREZZA URBANA DELL'OVEST BRESCIANO E PROGETTO “SICUREZZA IN VOLO”
 
 
“Ritengo doveroso - ha affermato il Comandante della Polizia Locale di Chiari, Michele Garofalo – puntualizzare  su alcuni aspetti del Progetto “Sicurezza in Volo” nell’ambito del Patto Locale di Sicurezza Urbana a garanzia di una corretta e veritiera informazione verso tutti i cittadini. Il progetto “Sicurezza in Volo”, approvato dai Sindaci dei Comuni al Patto Locale di Sicurezza Urbana e positivamente valutato dalla Prefettura di Brescia, è stato trasmesso dal Prefetto al Ministero dell’Interno che, attraverso il bando “Fondo per la Sicurezza Urbana e la Tutela dell’Ordine Pubblico – Art.61, comma 18, L. n°133/2008”, lo ha finanziato insieme ad altri circa 200 progetti presentati da altrettanti Comuni italiani. Dal Ministero dell’Interno è stata erogata la somma di 361mila680 euro per la realizzazione del progetto ed il suo svolgimento per cinque anni. Nel dettaglio, 287mila180 euro sono stati destinati all’attività aerea, con l’acquisto del velivolo per 110mila euro mentre 47mila580 euro sono stati richiesti per la formazione dei piloti, 129mila600 euro per le spese di gestione per 5 anni - assicurazione, hangaraggio, manutenzione, benzina…. Infine 74mila500 euro hanno finanziato l’implementazione del SIT, il Sistema Informativo Territoriale gestito dal settore Ambito E-Government e Servizi Informativi Sistema Cartografico e Catasto del Comune di Chiari per potenziare uno strumento informativo del territorio da mettere a disposizione anche dei Comuni aderenti al Patto come pure delle altre Forze dell’Ordine. Va specificato che le risorse economiche del finanziamento erogato dal Ministero dell’Interno possono essere utilizzate solo ed esclusivamente per la realizzazione delle azioni e degli interventi previsti dal progetto. Quindi eventuali risorse residue dovranno obbligatoriamente essere restituite allo Stato, come prevede la convenzione stipulata in merito al contributo elargito dal Ministero dell’Interno con la Prefettura di Brescia. Il progetto “Sicurezza in Volo”, nella sua trasparenza, va considerato un “valore aggiunto” per la potenzialità operativa della Polizia Locale che opera nei Comuni aderenti al Patto di Sicurezza Urbana per garantire una maggiore sicurezza ai cittadini, attraverso il monitoraggio costante del territorio e la repressione degli eventuali illeciti accertati. Al di là del finanziamento ottenuto per la realizzazione del progetto, preme però dire che, una volta acquisito l’aereo ed i brevetti di volo dei piloti, le risorse economiche necessarie per il mantenimento del servizio di controllo aereo sono esigue: l’Air-Pol infatti vola con un consumo di carburante pari a circa 20 litri/h che, moltiplicato per il costo della benzina 1.90 euro circa a litro equivale a 38,00 euro/h. Chi, dunque, nel recente passato ha lamentato sprechi di risorse economiche per questo progetto, fornendo notizie false ai cittadini, ha omesso di dire che gli elicotteri delle Forze dell’Ordine, quando si levano in volo per fare perlustrazione del territorio  - quindi la stessa attività che viene svolta con l’Air-Pol - “bruciano” circa 1.500,00 euro/h tra spese di carburante, manutenzione, pilota e quant’altro, così come ha omesso di dire che anche la Ferrari in dotazione alla Polizia Stradale  - tra l’altro già distrutta in un incidente stradale - di certo non fa bella figura nella scala degli sprechi, se ci si chiede per quali finalità è utilizzata. Per restare in tema di obiettivi vantaggiosi, invece, è singolare il fatto che numerosi voli con l’Air-Pol sono stati eseguiti per fornire alle Forze dell’Ordine dello Stato utili informazioni in ordine ad attività di indagine. Per quanto attiene l’impiego dell’Air-Pol rivolgo un particolare ringraziamento a tutti i miei collaboratori per l’impegno profuso nel quotidiano servizio reso ai cittadini”. L’utilizzo sistematico dell’Air-Pol risulta particolarmente vantaggioso nel monitoraggio del territorio coinvolto nella realizzazione delle grandi infrastrutture come BreBeMi ed il Polo del Produrre di Area Vasta. Decisivo soprattutto l’impiego del velivolo in dotazione alla Polizia Locale in situazioni di emergenza critica per la viabilità dovute a deviazioni e nuovi innesti carrabili su tutta la rete stradale del territorio del Patto Locale di Sicurezza Urbana. Nel 2011 l’Air-Pol ha compiuto 130 missioni: 44 sono stati i voli per interventi di monitoraggio e prevenzione. 16 i voli effettuati su richiesta di accertamento da parte di diversi Comuni e 13 le missioni eseguite per altre Forze dell’Ordine. Il controllo del Parco Oglio Nord ha richiesto 20 voli, due gli interventi a supporto dei Vigili del Fuoco, 25 i voli di esercitazione dei piloti e 12 le missioni durante le esercitazione della Protezione Civile. In seguito alla sorveglianza aerea del territorio sono state inoltrate 32 segnalazioni ed è stato operato un sequestro di cantiere edile accertato con l’Air-Pol.
 


ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



EVENTI


agenda eventi

17
giugno
tasto
tasto
karon

img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province della Lombardia
   

Cerca le biblioteche della Lombardia
   

LombardiaPress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine della Lombardia
   

MEDIA PARTNER

C6tv Ciao Como
Bergamo7 Mantova TV
Radio Orizzonti Radio Millenium
Lodi Notizie Sette Giorni

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login