home lombardiapress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CRONACA E ATTUALITÀ
ARTE E CULTURA - MOSTRE
Precedente  Successivo
 
09/12/2013Anna Colosio
 
In mostra a Iseo (BS) le opere del giovane artista camuno Daniele Fabiani.
 
ALLA FONDAZIONE L'ARSENALE UNA RIFLESSIONE SU UOMO E NATURA PASSANDO ATTRAVERSO LE TEMATICHE DELL'ECOLOGIA E DELLA MEMOR
 
Direzioni. Mostra Personale di Daniele Fabiani al Palazzo dell'Arsenale di Iseo (BS) dal14 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014
 
Dove siamo? Quale è la nostra direzione? Sono solo alcuni degli interrogativi a cui tenta di dare una risposta Daniele Fabiani, giovanissimo e promettente artista camuno, attraverso le sue opere in mostra negli spazi della Fondazione L'Arsenale di Iseo dal 14 dicembre (inaugurazione prevista per le 18.30) al 6 gennaio.
Con la sua personale l'artista invita ad una riflessione sulle profonde influenze che città e natura possono avere sull'individuo, passando anche attraverso i concetti di viaggio e di cammino.
Le opere in mostra sono infatti il risultato di una profonda riflessione sulla relazione che l'uomo ha con lo spazio e la memoria. Fabiani parte dalle incisioni rupestri per arrivare all'uomo che ritorna a fare un segno autentico, quasi primitivo, che nasce per vera necessità: riconoscersi nel proprio segno.
In ‘Direzioni' si legge in modo chiaro il percorso dell'artista – spiega la curatrice Sara Zugni – ‘il titolo della mostra vuole evocare il senso di una ricerca interiore. L'uomo lascia delle tracce per testimoniare il passato, un passaggio, indicare una direzione per le generazioni future'.
Emerge quindi una forte propensione per l'osservazione del mondo e della natura che si ritrova già nella sua tesi.
In mostra a Iseo anche le opere ispirate dal lago e prodotte, dopo un breve ma intenso soggiorno sul Lago di Iseo, nel suo studio ospitato all'interno del Borgo degli Artisti di Bienno.
Le opere dedicate al lago testimoniano una fase di esplorazione dello spazio e del tempo. In questi lavori l'artista cerca un punto di contatto tra Iseo e la sua memoria. Il segno e i resti raccolti dall'artista interagiscono e dialogano: la pittura si unisce ai frammenti, siano essi immagini strappate dal loro contesto oppure oggetti veri e proprio come sassi e rami. A questi si aggiunge l'introduzione del collage che viene utilizzato per creare nuove relazioni tra il frammento, che viene tolto da suo contesto originario, e la pittura.
Tutti questi lavori nascono in una prospettiva ecologica molto sentita dall'artista: ‘Sono molto sensibile alle problematiche relative all'ecologia. I miei lavori vorrebbero far riflettere anche su questo, sul rapporto che abbiamo con la natura, sulla sua potenza e sulla sua fragilità'.
Il percorso espositivo propone anche pezzi risalenti alla sua produzione precedente. In questo modo è possibile leggere in modo chiaro il percorso intrapreso dall'artista.
‘Daniele si esprime attraverso una straordinaria molteplicità di tecniche – afferma la curatrice - ‘i dipinti sono realizzati con tecnica mista su una grande varietà di supporti, dalla carta alla tela a materiali di recupero. Ai dipinti si aggiungono inoltre installazioni, video, sequenze fotografiche, carnet e domenica 22 dicembre alle ore 11, anche un'azione pittorica in Piazza Garibaldi'.
*** *** ***

Esposizione: Direzioni. Mostra Personale di Daniele Fabiani

Periodo: 14 dicembre 2013 – 6 gennaio 2014

Inaugurazione: Sabato 14 dicembre ore 18.30

Cura critica: Sara Zugni

Focus su Daniele Fabiani
Daniele Fabiani, classe 1988, vive e lavora tra la Valle Camonica e Milano. Durante gli studi presso il liceo artistico a Lovere (BG) frequenta lo studio di Carlo Bettoni a Bienno, artista che gli trasmette la passione del fare. Segue l'Accademia di Brera a Milano e visita varie gallerie ed esposizioni moderne e contemporanee. Partecipa a numerose esposizioni collettive a Brescia e provincia, Bergamo città alta e organizza mostre personali. Il suo lavoro è incentrato sulla pittura in sé come oggetto, superficie e colore. Parte da delle immagini fotografiche antiche che trova come fosse un archeologo distratto, dove il tempo ha lasciato il segno, come se l' idea di memoria di archivio scompaia. Dopo un'analisi progettuale queste immagini cambiano forma e forza per trasformarsi in pittura staccandosi ancora di più dal loro filo logico del tempo.
Ha partecipato ad esposizioni collettive e personali, oltre che a numerosi concorsi:
-2013 “Talento cerca talento”, concorso ideazione etichetta, promosso da Bisol e Affdorbable Art Fair Milano , vincitore.
-2012 “premio DHG Art Factory, prize for contemporary art”, Prato, finalista.
-2010 “Artefatto”, concorso organizzato dal GAI (giovani artisti italiani), selezionato.
-2007 “i colori della velocità”, Guidizzolo, (Ma), premio acquisto.
Parallelamente all'attività che lo vede impegnato nella creazione artistica, collabora in veste di aiuto allestitore con l'Hangar Bicocca, tra le mostre allestite: Mike kelley “Eternity is a long time”, curatori: Emi Fontana e Andrea Lissoni e ”Ping-Pong, Panda, Povera, Pop- Punk, Planet, Politics and P-Art“ di Surasi Kusolwong.
 

Allegato 1

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

26
ottobre
tasto
tasto
karon

img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province della Lombardia
   

Cerca le biblioteche della Lombardia
   

LombardiaPress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine della Lombardia
   

MEDIA PARTNER

C6tv Ciao Como
Bergamo7 Mantova TV
Radio Orizzonti Radio Millenium
Lodi Notizie Sette Giorni

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login